PROGETTO
ACCOGLIENZA

L’ingresso a scuola dei “nuovi” bambini di due anni e mezzo e tre anni, ma anche il rientro per i grandi, coinvolge le sfere più profonde dell’emotività e dell’affettività.

E’ un evento atteso e temuto, allo stesso tempo, carico di aspettative, di consapevolezze e significati ma anche di ansie per il distacco. Proprio per questo è importante prestare attenzione al tempo dell’accoglienza prevedendo percorsi in grado di accettare e valorizzare le individualità e le risorse disponibili.

Le attività dei primi giorni sono determinanti poiché fanno trasparire lo stile educativo e relazionale della scuola. Quest’anno i bambini saranno accompagnati in questa fase da un piccolo amico “gufo” che li aiuterà ad affrontare i primi cambiamenti che loro incontreranno con l’ingresso a scuola:
– imparare a regolare le proprie emozioni in relazione al distacco, alla separazione.
– maturare fiducia ad affrontare esperienze nuove.
– riconoscersi appartenente ad una dimensione allargata.
– imparare a fare da sé.
– Condividere le esperienze del proprio gruppo.

PROGETTO “IL MONDO INTORNO A ME, IL MIO MONDO”

Tema principale che accompagnerà quest’anno scolastico, è legato alla “Cittadinanza”.

Sviluppare il senso della cittadinanza e vivere le prime esperienze di cittadinanza, significa scoprire in primis noi chi siamo, avere rispetto del nostro corpo, conoscerne le sue parti per poi aprirci verso gli altri, i loro bisogni; rendersi conto della necessità di stabilire regole condivise, che si definiscono attraverso le relazioni, il dialogo, l’espressione del proprio pensiero, l’attenzione al punto di vista dell’altro e al riconoscimento di diritti e doveri uguali per tutti. La consapevolezza di essere soggetto di diritti e il saper riconoscere negli altri pari condizioni, possono incentivare l’autostima dei bambini, sostenendo lo sviluppo dei valori condivisibili e migliorando le relazioni interpersonali a scuola e nel tempo libero.

Sviluppare il senso di cittadinanza rimanda anche ad uno stretto legame con l’ambiente naturale inteso come capacità di accrescere un atteggiamento di rispetto e salvaguardia nei confronti della natura e del territorio che ci circonda.

PROGETTO
“UN MONDO DI PAROLE”

Il progetto fonologico “Un mondo di parole” si propone di insegnare ai bambini a riflettere sul linguaggio e ad acquisire competenze linguistiche e metalinguistiche. Se l’insegnamento della letto-scrittura non è tra i compiti istituzionali della scuola dell’infanzia, essa crea comunque occasioni d’incontro con tipi diversi di scrittura, da quella alfabetica dei calendari, dei libri, dei cartelloni, ai simboli, le icone, i pittogrammi.

Si tratta di un “leggere” prima di saper leggere e di uno “scrivere” prima di saper scrivere, che inducono una riflessione sulla funzione dell’universo dei segni (qualcosa che sta per qualcos’altro) fra i quali la scrittura alfabetica occupa un posto privilegiato.

Le attività operative proposte sviluppano un percorso graduale e piacevole, rapportato all’età, che porta il bambino ad affinare la coordinazione della mano all’interno di uno spazio grafico delimitato, alla conoscenza delle lettere dell’alfabeto e del suono iniziale delle parole.

Attraverso queste attività mirate e graduali, nel corso dei tre anni, si accompagna il bambino ad acquisire adeguatamente le competenze di pre-scrittura e pre-lettura.

PROGETTO “ALLA
SCOPERTA DEI NUMERI”

Il progetto logico matematico nasce dall’esigenza di avvicinare i bambini alla conoscenza dei numeri. Il numero è sicuramente uno dei concetti matematici più difficili e complessi da apprendere, anche se, fin da piccoli, tutti si trovano a dover “fare i conti” con il mondo dei numeri. Essi infatti fanno parte della nostra vita in modo profondo ed anche i bambini ne fanno uso ancora prima di sapere cosa siano.

Contare significa “valutare una quantità attribuendo i numeri, in ordine progressivo agli elementi che la compongono”. Quindi l’atto del contare presuppone la presenza di una raccolta di oggetti o immagini. Il progetto nasce dal desiderio di accompagnare i bambini, alla scoperta dello spazio, della logica e dei numeri.

PROGETTO “ACCOGLI LA MIA LUCE”

Il filo conduttore del percorso annuale è la luce, simbolo ricorrente di tutte le religioni e della religione cristiana in particolare. La luce è intesa metaforicamente come fonte di conoscenza: l’intento del progetto è infatti quello di fare luce su temi, argomenti e personaggi biblici, che possano valorizzare la dimensione religiosa nei bambini e aiutarli a esprimerla e integrarla nello sviluppo della propria identità.

Tra gli obiettivi principali di questo progetto:
– Riconoscere il valore di gesti parole regole di comportamento per l’appartenenza a un gruppo
– Comprendere che le bellezze del Creato sono un dono di Dio e meritano gratitudine, cura e rispetto
– Imparare ad interagire con il gruppo in modo costruttivo e impegnarsi per il bene comune ecc…

PROGETTO “SEZIONE PRIMAVERA”

La Sezione primavera si sviluppa a partire dal bambino che è il protagonista dell’azione educativa: il bambino è per noi innanzitutto una persona portatrice non solo di bisogni, ma soprattutto di interessi e deve potersi esprimere in tutta la sua peculiarità; è un individuo competente ed attivo al quale si riconoscono, fin dalla nascita, capacità e desiderio di apprendere, comunicare e interagire con gli altri e con il contesto.

L’inserimento del bambino alla sezione “Primavera” avviene attraverso l’attento ascolto dei bisogni di ogni singolo bambino. L’accompagnamento graduale alla conoscenza del nuovo ambiente di vita, la riflessione e la collaborazione tra educatrici – genitore. In questa fase i piccoli si avvieranno verso la costruzione di nuove interazioni con gli altri bambini presenti in sezione e cominceranno ad instaurare una relazione di fiducia nei confronti dell’educatrice di riferimento.